ARCHITETTURA Progetti d'interni
LA STORIA DELLA CALCECos'è la Calce
 

music
costruzioni, costruzioni edili, dierre costruzioni, dierre, edilizia, edilizia civile, restauro, strade, ponti, opere stradali, opere fognarie, fogne, edifici, restauro edifici, edifici monumentali, edifici architettonici, architettura, restauro facciate, cornicioni, illuminazione, pubblica illuminazione, decori, decori e pitture, pitture, ponteggi, pavimentazione, ristrutturazione,manutenzione, fabbricati, materiali innovativi, recupero edile, rivestimenti, pavimenti, fondazioni, travi, balconi, intonaco, muratura,calcestruzzo, cemento,terrazzo, tettoia
---------Complesso Monumentale

Guerra ai Sali
L'intervento di recupero che presentiamo in questa pagina è un classico esempio di degrado causato dall'osmosi salina.
Si tratta del COMPLESSO MONUMENTALE S.MARIA delle VERGINI in Scafati (SA), le cui facciate si presentavano gravemente ammalorate con buona parte degli intonaci in fase di distacco e, in più le murature disgregate.
Il problema principale che si presentava era l'umidità di risalita e i relativi problemi di distacco delle pitture.
L'intervento, ha avuto come finalità il restauro conservativo del manufatto secondo precisi studi e rivelazioni cromatiche eseguite e analizzate in stretta collaborazione con la Sovrintendenza per i Beni Ambientali, Architettonici, Artistici e Storici di Salerno.

Affreschi del '700.
Chiesa Madre S. Maria delle Vergini in Scafati (SA)


Lo stato conservativo
Nel corso degli ultimi decenni l'edificio aveva subito interventi di tinteggiatura con pitture a base di leganti e additivi di natura organica ottenuti da processi di sintesi (idropitture sintetiche, smalti acrilici, ecc.) certamente non consoni alla valenza storica dell'edificio.
Parte superiore di alcune porzioni di pareti le tinteggiature superficiali e sottostanti presentavano un elevato grado di sfarinamento, mentre le pitture di natura filmogena applicati sui precedenti strati di pitture minerali
avevano creato in alcuni punti situazioni di sfogliamento dei film superficiali.
La parte inferiore di alcune porzioni di pareti presentava fenomeni di umidità di risalita e che tale degrado è da attribuirsi soprattutto al passaggio del fiume Sarno, proprio a ridosso costituito da materiale tufaceo ed un intonaco non propriamente adatto a un supporto di questo tipo, hanno causato devastanti fenomeni di Ettringite e Thaumasite.

Dal rilievo eseguito con il migrometrico segnalava una presenza di umidità nella scala i 40-60% dell'intonaco

Alcune immagini illustrative
di come si presentava il manufatto


pagina 1 di 4 avanti >>