ARCHITETTURA Progetti d'interni
LA STORIA DELLA CALCE Cos'è la Calce
 

music
costruzioni, costruzioni edili, dierre costruzioni, dierre, edilizia, edilizia civile, restauro, strade, ponti, opere stradali, opere fognarie, fogne, edifici, restauro edifici, edifici monumentali, edifici architettonici, architettura, restauro facciate, cornicioni, illuminazione, pubblica illuminazione, decori, decori e pitture, pitture, ponteggi, pavimentazione, ristrutturazione,manutenzione, fabbricati, materiali innovativi, recupero edile, rivestimenti, pavimenti, fondazioni, travi, balconi, intonaco, muratura,calcestruzzo, cemento,terrazzo, tettoia
------- Elaborazione DVR 9 aprile 2008 , n. 81


Montaggio della prima stilata di ponteggio.
• Effettuato il tracciato, gli addetti procedono a posizionare i telai sulle basette e collegandoli tra loro con le diagonali e i correnti previsti nello schema grafico;
• Attuato il primo orizzontamento, gli addetti procedono al controllo dell’ orizzontalità del traverso mediante l’uso della livella, le compensazioni necessarie sono effettuate agendo, quando presenti, sulle basette regolabili.
• Successivamente, gli addetti devono procedere al controllo della planarità longitudinale dei telai con livella e una staggia posta tra due traversi consecutivi, le compensazioni sono effettuate agendo,
Preparazione e posa del punto di ancoraggio per accedere alla seconda stilata in sicurezza.
•In corrispondenza del montante, ove è stata posizionata la tavola con botola è neces_ sario predisporre un punto di ancoraggio per far accedere l’addetto al montaggio in con_ dizioni di sicurezza al primo impalcato.
• Operando dal basso, gli addetti procedono a installare sulla estremità del montante del telaio un tubo da ponteggio fissandolo con due o più giunti ortogonali. Sull’estremità del tubo deve posti due morsetti lasciando lo spazio necessario al posizionamento di una fascia ad anello (elemento di ancoraggio del sistema anticaduta).
• I due morsetti devono impedire lo scorrimento della fascia ad anello, la cui posizione deve almeno corrispondere alla quota del secondo impalcato.
• Una volta installato il tubo di ancoraggio,si posiziona la scala metallica per accedere al primo impalcato. Prima di accedere sull’impalcato l’addetto deve indossare l’imbracatura con doppio sistema di collegamento , avendo cura di agganciarsi con il moschettone di grande diametro alla fascia ad anello installato al tubo di posizionamento.
Montaggio della seconda stilata di ponteggio.
• L’addetto al montaggio una volta agganciato, con l’aiuto degli addetti che operano da terra (cioè dal piano di campagna), deve procedere a posizionare i telai in modo da completare progressivamente le campate secondo la seguente procedura:
1. posa di due telai e delle relative spine a verme;
2. posa di tre correnti sul lato esterno del ponteggio e uno sul lato della facciata;
3. posa di una diagonale sul lato esterno del ponteggio;
4. posa del parapetto terminale della stilata (cancelletto di testata) ;
5. posa della tavola fermapiede;
6. aggancio del secondo moschettone al secondo telaio posizionato e sgancio del primo moschettone dal punto di ancoraggio

• L’addetto al montaggio deve adottare, per le campate successive, la seguente procedura:
1. posa di un telaio e delle relative spine a verme posa di due telai e delle relative spine a verme;
2. posa di tre correnti sul lato esterno del ponteggio e uno sul lato della facciata;
3. posa di una diagonale sul lato esterno del ponteggio;
4. posa della tavola fermapiede;
5. aggancio del secondo moschettone all’ultimo telaio posato e sgancio del moschettone dal telaio precedente. • Una volta terminato il posizionamento dei telai,correnti, diagonali e tavole di fermapiede l’addetto al montaggio deve procedere , con l’aiuto degli addetti che operano da terra al posizionamento della tavole metalliche ed azionare i meccanismi di blocco, facendo attenzione a montare la tavola con botola dove previsto nello schema.

L’addetto al montaggio con l’aiuto di un altro addetto sul ponte, deve procedere mettendo in opera gli ancoraggi e nel contempo si prevede a controllare la verticalità dei montanti e i loro interassi se previsti dallo schema, ed a posizionare la linea di ancoraggio flessibile collegando le sue estremità al ponteggio con fasce ad anello e piccoli moschettoni, la stabilizza ai montanti intermedi con altre fasce ed altri moschettoni e la pone in trazione con il tenditore La distanza tra i punti di fissaggio della linea di ancoraggio flessibile dipende dalle indicazioni del fabbricante e dalla eventuale necessità di ridurre in caso di caduta la deformazione della stessa.

Montaggio della terza stilata di ponteggio
• L’addetto al montaggio una volta agganciato, con l’aiuto di un addetto sull’ impalcato sottostante e con un addetto che opera da terra (cioè dal piano di campagna), tramite passamano verticale procede a posizionare i telai in modo da completare progressivamente le campate secondo la seguente procedura:
1. posa di due telai e delle relative spine a verme;
2. posa di tre correnti sul lato esterno del ponteggio e uno sul lato della facciata;
3. posa di una diagonale sul lato esterno del ponteggio;
4. posa del parapetto terminale della stilata (cancelletto di testata) ;
5. posa della tavola fermapiede;
6. aggancio del secondo moschettone al secondo telaio posizionato e sgancio del primo moschettone dal punto di ancoraggio

• Una volta che l’addetto del montaggio ha completato la prima campata, deve procedere ad installare una mensola a un telaio da collocare la carrucola per sollevare gli altri elementi del ponteggio, con l’aiuto dell’addetto del piano sottostante,il quale dovrà indossare anch’esso l’imbracatura con doppio sistema di collegamento , avendo cura di agganciarsi con il moschettone di grande diametro al telaio.

• L’addetto al posto di manovra in quota agganciato al telaio, riceve da un addetto che opera a terra per mezzo della carrucola, gli elementi di ponteggio, avendo cura di sganciarli e porre tra le mani dell’ addetto al montaggio.

• Quest’ultimo deve procedere a posizionare i telai,correnti, diagonali e tavole fermapiede a completamento della stilata.

• Una volta realizzati tutti i parapetti, di deve procedere al posizionamento delle tavole metalliche ed inserendo i meccanismi di blocco facendo attenzione a montare la tavola con botola dove previsto nello schema.

• Sempre operando dalla stessa stilata, gli addetti procedono mettendo in opera gli ancoraggi in corrispondenza dei telai già montati, come previsto dagli schemi di Autorizzazione Ministeriale del ponteggio, prima di accedere all’impalcato successivo e nel contempo si prevede a controllare la verticalità dei montanti e i loro interassi .




Piano Operativo Sicurezza :Costruzioni Generali sas De Riggi Sicurezza nel montaggio ponteggio



<<< indietro

pagina 2 di 5

avanti >>






T E S T OU N I C O


DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 , n. 81
(G.U. n. 101 del 30 aprile 2008).






Ristrutturare
in Sicurezza
Elaborazione del POS
ATTREZZATURE E MATERIALI A SERVIZIO DEI LAVORATORI
Rischi per la sicurezza dei lavoratori
Misure di sicurezza da adottare in cantiere





TecnicheCostruttive
in Sicurezza
Elaborazione del POS
ATTREZZATURE E MATERIALI A SERVIZIO DEI LAVORATORI
Rischi per la sicurezza dei lavoratori
Misure di sicurezza da adottare in cantiere.




• Valutazione
rischio rumore


• Valutazione
rischio caduta dall'alto


• Valutazione
rischio caduta
materiale dall'alto


• Valutazione
rischio investimento
schiacciamento

• Valutazione
rischio urti/tagli
abrasioni

• Valutazione
rischio elettrocuzioni
folgorazioni


• Valutazione
rischio
vibrazioni

• Valutazione
rischio movimentazione
manuale
dei carichi